Uil e Uilca lanciano l’allarme:«Giù le mani dal Banco dei pegni. Vogliono vendere gli istituti agli austriaci>>

Roma, 29 novembre 2016

battisti_montepietaroma

Paolo Battisti: “Sono 80 soltanto nella nostra regione i lavoratori del Credito su Pegno, agenzie che da sempre hanno svolto un ruolo sociale, oltre che economico. Basti pensare allo storico Monte della Pietà capitolino, attivo sin dal 1600 per facilitare prestiti ai più bisognosi, impegnando un bene di proprietà da poter riscattare in un secondo momento. Una funzione importante oggi perché i cittadini possono avere credito dalle Banche, in un momento di crisi economica e sociale, senza ricorrere ad attività illegali di usura”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...